Come iniziare

Come iniziare

Se sei già arciere allora hai certamente già frequentato un corso di tiro con l’arco, magari di tiro di campagna, ma anche di tiro olimpico è ottimo. Quindi sei capace di gestire l’attrezzatura ed avrai scelto il tipo di arco che più si confà al tuo stile di tiro.
Ciò non toglie che potrai apprezzare nozioni specifiche sull’attrezzatura dedicata alla caccia, ma probabilmente questo verrà con l’esperienza e condividendo la passione con altri amici. Internet anche in questo caso è una buona fonte per… farsi venire dubbi e ipotizzare soluzioni.
Per cultura personale e per meglio “entrare” nell’ambiente potresti frequentare un corso di avvicinamento alla caccia con l’arco che alcune associazioni propongono. Fermo restando che tali corsi non rilasciano alcuna abilitazione utile in Italia, sono comunque interessanti per fornire una panoramica sulla nostra disciplina.
Indispensabile invece provvedere alla propria preparazione venatoria. Dovrai conseguire la licenza di caccia per ottenere la quale dovrai passare un esame; la preparazione a questo esame costituisce i tuoi fondamenti per il mondo venatorio, anche se poi molto altro seguirà con l’esperienza. Per la preparazione all’esame è utile frequentare un corso che può essere organizato dalla Provincia o dalle Associazioni Venatorie.
A scanso di equivoci ricorda: saper tirare bene con l’arco non significa affatto essere un cacciatore.

Se sei già cacciatore allora hai certamente conseguito con merito e successo l’abilitazione a praticare l’attività venatoria e conosci le norme e le leggi che regolano il mondo della caccia.
Ti manca una preparazione arcieristica: non sottovalutarla. Potresti imbatterti in un negoziante poco scrupoloso che ti mette in mano un arco, ti fa provare qualche freccia e ti saluta con una pacca sulla spalla augurandoti “in bocca al lupo”. Non funziona così.
La cosa migliore è armarsi di umiltà e fare un corso per principianti.
Ti troverai con ragazzini compagni di corso e un arco scuola in mano. Forse ti sentirai un pò sciocco, ma verrà il giorno che capirai di aver fatto la scelta giusta.
La FIARC (http://www.fiarc.it) è l’associazione che impartisce le nozioni più vicine al tiro da caccia e ha “compagnie” ed istruttori un pò in tutta la penisola. Alla fine del corso potrai chedere all’istruttore se in compagnia c’è qualche cacciatore (se non lo è lui stesso) per poter chiedere consigli ed approfondire argomenti specifici. Potrai così anche scegliere a ragion veduta l’arco più adatto a te.

Se non sei né cacciatore né arciere, ovviamente dovrai fare il percorso descritto in tutti e due i punti precedenti. Non è subito fatto, e non è una scelta da sottovalutare, ma se sei realmente motivato ti troverai proiettato in un mondo capace di dare molte soddisfazioni, dove il rapporto con la natura raggiunge un livello che pochi conoscono, e se avrai fatto tutto bene, meglio di molti altri saprai la responsabilità che ti assumi nel tirare la freccia ad un selvatico.